Una pioggia di basi sul mondo scenderà… ah no quelli erano gli smarties…Parte 1

Sarà per la somiglianza ma le basi subbuteo probabilmente ci fanno tornare alla memorie i mitici smarties, i cioccolatini colorati. In effetti la somiglianza è abbastanza evidente ma torniamo alle nostre basi subbuteo. Come abbiamo già visto parlando delle prime squadre subbuteo, le basi sin dall’inizio vennero vendute separatamente dalle squadre in bustine contenenti 10 basi di una colorazione e la base del portiere con tanto di asticella in ferro per il movimento. Ma torniamo indietro nel tempo sul finire degli anni 40 quando la produzione subbuteo ebbe inizio. Sulle primissime basi da sempre si dibatte.

Pare che inizialmente P.A.Adolph decise di utilizzare come basi dei bottoni probabilmente provenienti da un maglione della madre e successivamente ne ordinò altri da una fabbrica di nome Woolworths (fonte:Peter Upton website).

Bisogna considerare che i primi set essendo assemblati “in casa” potevano presentare variazioni di set in set. In alcune collezioni di vecchia data sono stare ritrovate squadre su basi davvero bizzarre ed altre squadre su bottoni veri e propri. Potrebbero trattarsi delle prime basi subbuteo mai utilizzate in assoluto ??? Non scordiamoci che ,soprattutto all’inizio, la produzione subbuteo è da considerarsi “artigianale” senza una vera e propria catena di montaggio. Basti pensare ad esempio che inizialmente non veniva venduto nemmeno il panno di gioco che spesso era rappresentato da una coperta militare sulla quale venivano tracciate le linee di gioco con un piccolo gessetto bianco presente già nei primi set subbuteo.

 

Una rara ref 34 Juventus su bottone

Una rara ref 34 Juventus su bottone

Una delle prime basi subbuteo ?

Una delle prime basi subbuteo ?

subbuteo-flat-team-on-button-base

subbuteo-flat-team-on-button-base

subbuteo-flat-team-on-button-base-back

subbuteo-flat-team-on-button-base-back

Parlando di basi subbuteo parliamo davvero delle origini del gioco e considerando che in fondo il subbuteo non è mai stato un gioco estremamente “economico” si può immaginare come i bambini degli anni 40 potessero facilmente adattare un qualsiasi tipo di supporto come base per le loro squadre. Ecco una piccola galleria fotografica relativa ad alcuni ritrovamente “interessanti” in vecchi set e collezioni. Nella prossima parte dedicata alle basi subbuteo flat focalizzeremo la nostra attenzione sulle prime basi subbuteo “ufficiali”, le loro colorazioni ed il grado di rarità per i collezionisti.